Chierichetti

Questa pagina è dedicata al gruppo dei chierichetti del Duomo di Caorle. Vi potrai trovare i turni dei servizi settimanali, il calendario delle riunioni, i nomi dei chierichetti la Carta Costituente e varie notizie utili. Per visualizzare i documenti raccolti in questa pagina (in formato pdf) è necessario l'apposito programma "Acrobat Reader"; se il tuo computer ne è ancora sprovvisto, scaricalo gratuitamente cliccando qui.

 

I chierichetti nel Magistero della Chiesa

Quando partecipate alla Liturgia svolgendo il vostro servizio all'altare, voi offrite a tutti una testimonianza. Il vostro atteggiamento raccolto, la vostra devozione che parte dal cuore e si esprime nei gesti, nel canto, nelle risposte: se lo fate nella maniera giusta e non distrattamente, in modo qualunque, allora la vostra è una testimonianza che tocca gli uomini. Quell'amore che ricevete nella Liturgia portatelo a tutte le persone, specialmente dove vi accorgete che manca loro amore, che non ricevono bontà, che soffrono e sono sole.

Papa Benedetto XVI


“Voi ministranti siete chiamati in particolare a essere giovani amici di Gesù. Impegnatevi ad approfondire questa amicizia con Lui. Scoprirete di aver trovato in Gesù un vero amico per la vostra vita. Gesù Cristo ha un urgente bisogno di giovani che si mettano a sua disposizione con generosità e senza riserve”.

Beato Giovanni Paolo II, Papa




Vi auguro di fare di codesta vostra "specializzazione" il centro propulsore ed orientatore di tutta la vostra vita. Sappiate sempre compiere il vostro ufficio liturgico con rispetto, con ordine, con euritmia, con religiosità profonda, vorremmo dire con stupore e gratitudine ogni volta rinnovati e più grandi, nella convinzione dell'arcana e reale presenza del Signore, davanti al quale state, perchè è sopratutto attraverso la liturgia che il Signore è presente nella sua Chiesa a realizzare la grande opera della salvezza, a rendere sempre vivo e contemporaneo il mistero pasquale”.

Papa Paolo VI

Anche i ministranti [...] svolgono un vero ministero liturgico. Essi perciò esercitino il proprio ufficio con quella sincera pietà e con quel buon ordine che conviene a un così grande ministero e che il popolo di Dio esige giustamente da essi. Bisogna dunque che tali persone siano educate con cura, ognuna secondo la propria condizione, allo spirito liturgico, e siano formate a svolgere la propria parte secondo le norme stabilite e con ordine.

Cost. Sacrosanctum Concilium del Concilio Vaticano II